Paradontologia

Paradontologia

La causa piu’ frequente , insieme alla carie, della perdita dei denti e’ la cosiddetta malattia parodontale. la malattia colpisce dapprima la gengiva e di conseguenza l’osso, che sono i tessuti di supporto dei denti. la malattia parodontale si presenta all’inizio con sintomi caratteristici, quali, sanguinamento durante lo spazzolamento dei denti, oppure spontaneo anche durante la semplice masticazione. ne consegue poi, una retrazione gengivale e ossea, e quindi un apparente allungamento dei denti, alitosi, e mobilita’ dentale.

Le cause principali della malattia parodontale sono:

  1. una cattiva igiene orale, con conseguente ristagno e accumulo diplacca, che tende a trasformarsi in tartaro.
  2. predisposizione genetica,
  3. abitudine al fumo,
  4. oppure malattie come il diabete.
  5. assunzione di particolari farmaci.

Gli approcci terapeutici alla parodontite sono diversi. dopo aver appurato la presenza di malattia parodontale, mediante una visita accurata e aver effettuato un sondaggio gengivale atto a misurare le cosiddette tasche parodontali, e con l’ausilo di radiografie, si sceglie la terapia piu’ adatta. quindi, il primo passo e’ quello di programmare sedute di igiene orale tradizionale associataa levigature radicolari, che servono a rimuovere perfettamente il tartaro sopra e sotto gengivale. alla suddetta terapia si puo associare la chirurgia parodontale, tecnica piu invasiva, che deve essere effettuata da uno specialista parodontologo. diversi studi hanno evidenziato una importante correlazione tra malattia parodontale e diabete, oltre a malattie cardiovascolari, da qui il consiglio di non trascurare mai i primi sintomi, e effettuare controlli cadenzati per una corretta ed efficiente prevenzione, non soltanto per evitare la parodontite , ma soprattutto per la salvaguardia di tutto l’apparato stomatologico.

Richiedi appuntamento

Non perdere altro tempo, la tua salute è importante!